Approvato all'unanimità Piano provinciale annuale dello sport 2013

Pubblicazione: 04 dicembre 2013

consiglio


È stato approvato all'unanimità, nel corso della seduta di Consiglio provinciale che si è svolta oggi, il Piano provinciale annuale dello sport 2013 in attuazione del "Programma regionale triennale per lo sviluppo dello sport 2011-2013".
Il contributo a favore della Provincia di Potenza nel triennio è pari a 360 mila euro, ripartiti equamente in ciascuno dei tre anni. Nel bilancio provinciale 2014 è stata prevista, inoltre, una quota sponda dell'Ente per un importo di 12 mila euro, equivalente al 10% dell’intero finanziamento regionale. La somma di 120 mila euro, relativa all'anno 2013, sarà erogata dalla Provincia in due tranche: il 40% ad avvenuta trasmissione del Piano provinciale dello sport alla Regione e il 60% in seguito al trasferimento al medesimo Ente del rendiconto delle azioni realizzate. Le domande di contributo devono essere riferite ad attività che iniziano e si concludono nell'anno di validità del Piano regionale annuale per lo sviluppo dello sport, cioè dal 1 novembre 2013 al 31 ottobre 2014.
"Il Piano, che è stato approvato all'unanimità nella settima commissione consiliare e per questo vorrei ringraziare i componenti, si rivolge alle istituzioni scolastiche e alle società, alle associazioni e agli enti di promozione sportiva regolarmente iscritti al registro regionale dei sodalizi sportivi - ha spiegato l'assessore provinciale allo Sport Nicola Figliuolo - privilegiando i progetti caratterizzati da attività per soggetti svantaggiati, da sinergie istituzionali e dalla promozione di moduli formativi e modelli culturali tesi a contrastare comportamenti antisociali e a favorire il benessere psico-fisico. Due le linee di intervento riguardanti la promozione delle attività motorie in ambito scolastico e quelle per l'incentivazione dello sport per tutti. Mettendo in bilancio i fondi per questo bando – ha aggiunto Figliuolo – l’Amministrazione provinciale ha declinato concretamente la volontà di promuovere sempre di più la pratica sportiva, che può essere definita a tutti gli effetti un’attività sociale, e di mettere in atto misure in grado di innalzare la qualità della vita dei comuni della provincia. Si tratta, infatti, di un grande ausilio per le associazioni che lavorano nell’ambito dello sport e del volontariato e soprattutto per la prima agenzia educativa qual è la scuola, che in questi anni ha subito tagli consistenti ai trasferimenti statali".
Nel suo intervento la presidente della settima commissione consiliare Angela Latorraca (Pd) ha sottolineato l'importanza del Piano provinciale dello sport, "quale strumento capace di garantire un sostegno concreto alle associazioni e alle istituzioni scolastiche per la incentivazione della pratica sportiva".
Sulla stessa lunghezza d'onda il capogruppo Ivan Vito Santoro (Sel), il quale, rimarcando come il Piano non consenta ai Comuni di essere promotori dei progetti, ha auspicato comunque un coinvolgimento degli uffici comunali capaci di intercettare le richieste delle diverse associazioni.

Approvate in prima lettura, con voto unanime dei presenti, anche alcune modifiche e integrazioni al regolamento della Riserva naturale del Lago Pantano di Pignola. In particolare, è stato sostituito l’art. 3 del vigente regolamento provinciale, con un nuovo dispositivo che disciplina i periodi di esercizio della pesca sportiva ed è stato introdotto l’art. 3-bis che disciplina la pesca sportiva denominata carpfishing. Il provvedimento sarà riportato nella prossima seduta dell'assise per l’approvazione definitiva in seconda lettura.
"E' stato necessario modificare il regolamento approvato dalla Provincia di Potenza nel 1997 poiché, nel corso degli anni, è emersa da più parti l’esigenza di praticare l’esercizio della pesca mediante l’adozione di nuove tecniche - ha affermato l'assessore Figliuolo - con particolare riguardo al cosiddetto carpfishing, la quale non è affatto una pratica invasiva. Questa è una tecnica di origine anglosassone che prevede la cattura della carpa con metodi evoluti rispetto alla tradizionale pesca a fondo praticata comunemente e con l’immediato rilascio del pescato dopo aver effettuato la foto di rito. Tale tecnica sta avendo un vero e proprio boom di praticanti con risvolti interessanti anche dal punto di vista economico, non solo a fini commerciali del materiale ittico e delle attrezzature per la pesca, ma anche per le stesse Amministrazioni chiamate a comprendere l’importanza strategica del fenomeno e a disciplinarne l’esercizio. Inoltre la regolamentazione di tale forma di pesca sportiva - ha concluso l'assessore - consente anche l’opportunità, nei limiti della sostenibilità e salvaguardia ambientale del territorio interessato, di sfruttare al meglio le potenzialità anche turistiche del lago Pantano di Pignola, migliorando la fruizione dei servizi a fronte di un maggiore introito".
"Anche questo regolamento è stato esaminato nella settima commissione consiliare - ha spiegato la presidente Latorraca - ed è emersa l'opportunità di estendere la pesca sportiva non solo al Lago Pantano di Pignola, ma anche all'interno dei territori dei parchi". Proposta condivisa dall'assessore Figliuolo che ha auspicato interventi legislativi atti a regolamentare il ripopolamento nei parchi in modo da permettere l'attività sportiva ai pescatori.

Infine, è stato approvato all'unanimità il riconoscimento della spesa, pari a 200 mila euro, relativa a lavori di somma urgenza per la sostituzione dei giunti di dilatazione su alcuni viadotti della sp n. 145 "Isca Pantanelle", percorso alternativo al raccordo autostradale Sicignano-Potenza. "Lavori urgenti ed indifferibili - ha spiegato l'assessore alla Viabilità Nicola Valluzzi - necessari ad eliminare i pericoli per la pubblica e privata incolumità lungo l'arteria e consentire in tal modo il transito ai mezzi pesanti temporaneamente inibito sul raccordo autostradale. I 200 mila euro necessari agli interventi di somma urgenza sono stati trasferiti dal Dipartimento Infrastrutture e mobilità della Regione Basilicata. Nei prossimi giorni, per completare gli interventi di messa in sicurezza sulla sp n. 145 "Isca Pantanelle", saranno assegnati altri 300 mila euro da parte dell'Anas, a seguito dell'azione svolta dal comitato operativo per la viabilità della Prefettura di Potenza e del Prefetto in prima persona".
I consiglieri Tommaso Samela (Pd) e Vittorio Prinzi (Idv) hanno sottolineato "la sussistenza di tutti gli elementi necessari per l'approvazione del provvedimento". (r.a.)
  


Rosa Albis