Consiglio. Sperduto (Pd): "Investire su cascate di San Fele"

Pubblicazione: 19 dicembre 2013

sperduto


“Le cascate di San Fele (per i sanfelesi, “U uatteniere”) sono state letteralmente prese d’assalto quest’estate (circa 20 mila presenze), confermando il ruolo di attrattore turistico e naturalistico del nostro territorio: ruolo non ancora del tutto riconosciuto, su cui invece occorre investire per incentivare il turismo e la crescita delle attività economiche connesse”.
E' quanto scrive il vicepresidente del Consiglio provinciale Donato Sperduto (Pd), in una missiva indirizzata al presidente della Regione Marcello Pittella, al direttore dell'Apt Basilicata Giampiero Perri e al Commissario straordinario del Comune di San Fele Mauro Senatore.
“Trasformarla in uno dei tanti luoghi culturali a potenziale turistico della nostra regione – scrive Sperduto - passa anche attraverso la promozione delle Cascate presso la Bit di Milano in programma a febbraio 2014, dietro la keyword di natura e ambiente”
“In quella vetrina – conclude Sperduto - le Cascate di San Fele potrebbero essere presentate come i luoghi più belli, ancora sconosciuti, incontaminati e selvaggi del turismo lucano. Un modo nuovo, diverso ed integrato di cominciare a fare sistema con le perle e con le eccellenze della nostra regione, investendo su potenzialità inespresse che potrebbero attivare nuove cascate di attività e di promozione del sistema economico locale”.