Osservatorio Rifiuti_Provincia di Potenza Protezione Civile Emerografia Lucana in Digitale A.P.O.F.I.L APEA Matera2019

PRESENTAZIONE DELLA RACCOLTA POETICA UNIVERSI di TERI VOLINI

Pubblicazione: 13 giugno 2017

Mercoledì 14 giugno, ore 17,  presso il  Museo provinciale, in   via Lazio 18  a Potenza, sala conferenze, verrà presentata la raccolta poetica UNIVERSI di Teri Volini, a  cura  del  Centro d’arte e Cultura Delta di Potenza,  congiuntamente all’associazione Letti di Sera.

Si tratta di  uno degli eventi culturali offerti  nel corso della doppia mostra dell’artista lucana,  “Percorsi d’arte”, vero e proprio “consuntivo” dell’impegno artistico - culturale di una vita, che fino al 23 giugno sarà visitabile in Pinacoteca -  con  le opere pittoriche - e nel Museo archeologico con  quelle performative.
Con le sue  160 pagine, la raccolta poetica si dispiega in quattro parti, già nei titoli indicative delle tematiche prevalenti nei vari componimenti:  Parte prima – Uno con il Tutto; Parte seconda – Poemetto delle stagioni in alternanza; Parte terza – Poesia Arte Vita; Parte quarta - Percorsi e Auspici,  e in Appendice: Omaggio a Clarissa
Alle piccole liriche pregnanti nella loro concisione, s’alternano veri e propri poemetti d’una certa lunghezza, come “Api e abissi”, di  12 pagine, o “In volo fra i mondi”, di ben 21 pagine ...
Grazie alla vivace immagine di copertina, che si avvale dell’opera pittorica di  Teri Volini  E Mizar si sdoppia – un  dittico molto noto, che onora la sua terra d’origine, il suo micro e macrocosmo, le sue erbe, i suoi fiori, le favolose notti stellate e i miti arcani -   il  libro si offre alla vista come un prezioso scrigno,  degno di ospitare testi come Respirare l’Universo,  Abbraccio iperurano,  Oneness,  Spazio terreno e infinito,  Magna Græcia, Onorare la Vita – Onorare la Morte,  Foreste,  e così via.

Tutta l’opera di Teri Volini è un omaggio alla sua terra, ma  in una dimensione d’incontro con il mondo; anche nelle liriche, l’ispirazione primaria è senza dubbio la Lucania, da cui l’autrice  ha ricevuto fin dall’infanzia un intenso imprinting di magia, sacralità e bellezza. La  Natura madre fa da protagonista pure nell’opera in versi, e la poetessa ne magnifica immagini e presenze, ne celebra le sensazioni antiche, implicitamente invocando rispetto e preservazione.
Oltre al valore intrinseco delle liriche, che va valutato  a lettura compiuta, della raccolta poetica UNIVERSI  presenta una sua unicità fin dalla veste  grafica, essendo il  frutto di un progetto di  Art&Design, sorto dall’intuizione dell’autrice di  realizzare anche un “oggetto” di styling, che permettesse al volumetto di  essere il raffinato contenitore dei componimenti  proposti: addirittura un  libro  “tridimensionale, un Libro/scultura.
Grazie alla semplice piegatura delle alette della copertina, è  possibile tenerlo  esposto fuori dagli scaffali, bene  in vista,  quasi a farsi  attrarre più facilmente dai testi poetici, tutti da scoprire e da leggere. 
Se è vero che la poesia e la bellezza possono essere la nostra luce in un mondo sempre più arido e inumano, la poetessa/artista contribuisce a promuoverle come i valori  sostenenti la nostra vita.