ENSEMBLE CENTO RAMI AL MUSEO ARCHEOLOGICO PROVINCIALE

Pubblicazione: 09 novembre 2017

Una voce narrante che si fonderà con la splendida armonia attuata dal mix perfetto tra clarinetto, violoncello, contrabbasso, pianoforte, e musiche di Brahms, Rossini e Rosaz, saranno gli ingredienti dell?interessante concerto che l?Ensemble Cento Rami proporrà oggi giovedì 9, alle ore 17,30 presso la Sala Convegni del Museo Archeologico Provinciale ?Arturo Lacava? di Potenza. Nello scenario del museo di Via Ciccotti, l?ensemble lucana guidata dal presidente Giuseppe D?Amico, formata tutta da musicisti under 35 ma già con una serie di esperienze alle spalle, chiuderà la sua lunga e proficua stagione 2017, la terza di fila del qualificato progetto dal titolo ?La nostra musica colta?, coordinato dalla clarinettista Erminia Nigro. Nato nel 2015 grazie al sostegno di Mibact e Regione Basilicata, ed attuato alla grande, finora, dai tanti giovani musicisti lucani e non esibitisi nelle varie occasioni create ?questo nostro progetto, ci ha dato modo di mettere in luce il potenziale creativo di nuovi talenti giovanili in ambito musicale, come compositori o esecutori ma soprattutto abbiamo favorito la conoscenza e la diffusione di eventi musicali anche in zone in cui è più difficile fruire di momenti musicali e culturali di qualità? come affermato dalla referente del progetto, Erminia Nigro, prima del concerto potentino. Un evento che, di pochi giorni, precede un altro momento di grosso impatto musicale e forte crescita dell?Ensemble Cento Rami, qualificando ancora di più il progetto, dato che il giorno 12 il gruppo partirà alla volta del Perù per un concerto a Lima con l?associazione Lucani in Perù. ?Sarà certo un altro momento molto qualificante del progetto ? ha aggiunto ancora la Nigro ? che si aggiunge a tanti concerti sinfonici e di musica da camera sul territorio, lungo questo triennio, alle lezioni concerto coi giovani, alle collaborazioni con compositori contemporanei e musicisti che si sono cimentati con il nostro gruppo per performance particolari e mix speciali tra vari strumenti. Il tutto alla ricerca sempre di nuove sonorità e di nuovi contesti in cui proporre musica ma sempre colta, di qualità, come nel progetto stesso portato avanti finora, senza dimenticare il concerto dello scorso anno all?Istituto Italiano di Cultura a Città del Messico, che è stato parte essenziale dello stesso?. Tornando al concerto del Museo Provinciale sulla scena proprio Erminia Nigro (clarinetto), con Gabriele Cecchetti (violoncello), Giuseppe D?Amico (contrabbasso), Ettore Maria Strangio (pianoforte), Katia Cappiello (voce recitante) nel programma che prevede: il Trio Opera 114 di J. Brahms in La minore per clarinetto, violoncello e pianoforte, il Duetto di G. Rossini violoncello e contrabbasso, il tema ?Fascination? di J.C. Rosaz per clarinetto, contrabbasso, pianoforte e voce.