SAVE THE DATE - INNOVAGRO 5 ° EVENTO DI ESTROVERSIONE

Pubblicazione: 13 febbraio 2020

Sviluppo e promozione territoriale attraverso il settore agroalimentare sostenibile 24-25 febbraio 2020 Palazzo Della Cultura e Turismo, Largo Pignatari, Potenza, Italy Sala Consiliare Provinciale, Piazza Mario Pagano, Potenza, Italy Visite di lavoro: Area del Vulture Il programma INTERREG ADRION dell'UE e l'iniziativa internazionale INNOVAGRO

innvagro


L'area ADRION è caratterizzata da scarse prestazioni di innovazione, capacità limitata delle PMI, inadeguata cooperazione tra aziende e istituti di ricerca, basse sinergie tra il settore agroalimentare e turistico e scarsa applicazione di pratiche agricole rispettose dell'ambiente. D'altra parte, ci sono alcuni punti di forza, come l'esistenza di prodotti agroalimentari di qualità, l'esistenza di una serie di cluster di ricerca e innovazione competitivi e altamente attivi su cui la cooperazione internazionale può concentrarsi, al fine di trovare soluzioni al problema comune dell'estroversione delle PMI.
L'iniziativa Innovagro si concentra sullo sviluppo di collegamenti e sinergie tra agricoltori, imprese agroalimentari, istituti di ricerca e autorità pubbliche, per:
- la promozione dell'estroversione dei prodotti agroalimentari;
- lo sviluppo dell'internalizzazione delle aziende agroalimentari;
- la promozione di pratiche agricole rispettose dell'ambiente.
I principali risultati attesi del progetto sono:
- migliorare la produttività, la competitività e l'accesso al mercato internazionale delle PMI agroalimentari;
- aumentare le autorità territoriali e gli attori agroalimentari coinvolti nei processi di messa in rete, internalizzazione e innovazione;
- rafforzare i collegamenti tra le parti interessate, compresi gli istituti di R&S, le PMI e le autorità regionali e locali, nel campo dell'imprenditorialità innovativa nei settori agricoli;
- aumentare l'uso di pratiche agricole rispettose dell'ambiente che riducano i rischi di catastrofi e gli effetti climatici.
La Provincia di Potenza ospita il 5 ° Evento di estroversione di Innovagro
Nel 2013 la Provincia di Potenza ha adottato il Master Plan Provinciale (Piano di Coordinamento Territoriale, TCP) che delinea le proposte governative locali per lo sviluppo del territorio provinciale e, in particolare, fornisce linee guida e supporto agli attori locali (comprese le Comunità, il settore privato e comuni) per l'uso corretto del territorio. Un obiettivo importante del TCP è dedicato alla gestione e alla mitigazione del rischio territoriale e ambientale come fattori chiave per qualsiasi sviluppo socio-economico sostenibile.
In questo contesto generale, stimolare l'innovazione e l'imprenditorialità nel settore agroalimentare attraverso lo sviluppo delle sinergie e delle obbligazioni a cui punta il progetto è considerato rilevante per il modello di sviluppo e la strategia delineati.
Viceversa, per la Provincia di Potenza, il vantaggio più importante dell'iniziativa Innovagro è l'uso strategico dell'estroversione e dell'internazionalizzazione dei suoi prodotti e delle migliori pratiche locali (conoscenza locale o "indigena" e cultura tradizionale) come fattori chiave per migliorare il suo sviluppo locale sostenibile e resiliente.
Principali obiettivi e risultati del 5 ° evento di estroversione
L'obiettivo principale dell'iniziativa Innovagro è lo sviluppo di un sistema interregionale per il rafforzamento dell'interazione tra le parti interessate (compresi mondo accademico e ricerca, settore privato principalmente del settore agroalimentare, nonché istituzioni che si occupano di promuovere l'estroversione e l'imprenditorialità nel paesi partecipanti), al fine di fornire servizi innovativi ai produttori locali e agli attori collegati (compresi marketing e gestione), ed aumentarne l'estroversione e l'internazionalizzazione.
Argomenti specifici che saranno trattati:
- Promuovere un'agricoltura più produttiva e sostenibile
- Migliorare la gestione delle risorse naturali a livello locale
- Costruire le conoscenze dei produttori e sviluppare le loro capacità
- Prevenzione e protezione dagli shock, rafforzamento della resilienza
- Promuovere il turismo sostenibile
- Rafforzare l'ambiente favorevole e riformare il quadro istituzionale
I risultati attesi sono:
- Individuazione ed evidenziazione del valore aggiunto dell'agricoltura e dell'alimentazione come fattori chiave per ridurre il rischio di catastrofi (compresi gli infortuni climatici) e migliorare lo sviluppo territoriale sostenibile;
- Individuazione delle migliori pratiche, diffusione e condivisione dei metodi di progettazione/attuazione su cui sono stati sviluppati;
- Responsabilizzare le autorità/i governi locali nel processo di trasformazione degli alimenti e dell'agricoltura per realizzare gli OSS (SDGs)
1°giorno : Evento di estroversione internazionale
Durante il primo giorno verrà presentata l'estroversione delle misure pertinenti e azioni politiche sostenibili e resilienti messe in atto dai partner di Innovagro.
2° giorno: visite locali nella zona del Vulture
I partecipanti potranno avere una visione chiara dell'implementazione locale degli argomenti discussi: sviluppo sostenibile e resilienza perseguiti salvaguardando e valorizzando il territorio. Il Vulture ospita un parco regionale (una riserva naturale che è stata istituita formalmente nel novembre 2017 dopo un processo pluriennale multi-stakeholder) che include molti respingenti naturali e aree protette che consentono solo l'agricoltura e le produzioni sostenibili che continuano ad applicare tecniche tradizionali ed ecologiche.
Verrà inoltre mostrato il valore culturale dell'area, inserita in un percorso di turismo sostenibile.
"Agroalimentare" come motore per lo sviluppo territoriale sostenibile
Esiste un rapporto di reciprocità tra il prodotto e il territorio e le relative iniziative di valorizzazione. A partire da questo punto, le strategie di sviluppo territoriale nei territori a vocazione agroalimentare possono seguire due direzioni:
1) valorizzare i prodotti agroalimentari attraverso il territorio;
2) valorizzare il territorio attraverso i prodotti di "eccellenza".
Inoltre, i partenariati pubblico-privato, gli approcci territoriali dal basso verso l'alto e il coinvolgimento attivo dei cittadini svolgono un ruolo importante nei modelli emergenti e le nuove forme di governance possono anche trovare le loro radici negli sviluppi politici come nelle tendenze guidate dal mercato o nelle iniziative della società civile.
Mentre la politica alimentare era precedentemente considerata più o meno sinonimo di pratiche di produzione più ampie per soddisfare uno o pochi bisogni umani, le questioni alimentari sono ora diventate un punto nelle agende politiche per molti campi e argomenti, come:
- salute pubblica (abitudini alimentari, obesità, povertà alimentare, ecc.)
- ambiente (conservazione/valorizzazione dei buffer naturali e degli ecosistemi, rispetto dei requisiti di autoctonia, ecc.)
- sicurezza territoriale (riduzione del rischio di catastrofi, mitigazione dei rischi naturali, adattamento/mitigazione dei cambiamenti climatici, ecc.)
- sviluppo socioeconomico (politiche di sviluppo agricolo, turismo agroalimentare, ecc.)
- qualità e sicurezza degli alimenti (cibo locale e autentico, ecc.)
Come principale collegamento tra le persone e il pianeta, il cibo e l'agricoltura possono aiutare a raggiungere molteplici obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS). Il cibo e l'agricoltura sostenibili hanno un grande potenziale per rivitalizzare il paesaggio rurale, fornire crescita inclusiva ai Paesi e guidare un cambiamento positivo in tutta l'Agenda 2030.
Secondo le Nazioni Unite, i cinque principi chiave per l'alimentazione e l'agricoltura sostenibili da perseguire sono:
- Aumentare la produttività, l'occupazione e l'aggiunta di valore nei sistemi alimentari;
- Proteggere e migliorare le risorse naturali;
- Migliorare i mezzi di sussistenza e favorire una crescita economica inclusiva;
- Migliorare la resilienza di persone, comunità ed ecosistemi;
- Adattare la governance alle nuove sfide;
In questo contesto, le tre dimensioni dello sviluppo sostenibile da prendere in considerazione sono:
- crescita economica, inclusione sociale e protezione dell'ambiente;
- coinvolgere la partecipazione;
- partenariati tra diversi attori.